Il Curriculum e la lettera di presentazione

Curriculum vitae online, spesso chiamato solo curriculum o curricula, o abbreviato in CV, è un termine latino che significa ‘corso della vita’. Il curriculum è un documento che viene redatto al fine di presentare la situazione personale, scolastica e lavorativa di una persona; è la carta d’identità professionale con cui ci si propone al mercato del lavoro

Infatti, quando si cerca lavoro, è la prima fonte informativa in base alla quale un datore di lavoro o un selezionatore, decide se intende esaminare il candidato, per valutarne l’assunzione. Per questo motivo, è uno strumento di estrema importanza, che deve essere elaborato con la massima cura, considerando gli aspetti e le esigenze della persona che lo leggerà.

La Commissione Europea ha approvato di recente un modello di curriculum europeo, che sia uguale per tutti i paesi dell’Unione Europea. Si tratta di una schema comune per agevolare nel presentare le qualifiche e le competenze individuali in modo efficiente e trasparente non solo per i lavoratori, ma anche per i datori di lavoro e gli istituti di formazione.

La lettera di presentazione

Il curriculum viene affiancato dalla lettera di presentazione o di accompagnamento; è un documento che ha l’ obiettivo di entrare in contatto con l’azienda, catturare l’attenzione del selezionatore e ottenere un colloquio. Proprio per questo motivo la lettera che accompagna e introduce il curriculum deve essere spontanea e informale; evitiamo di ripetere i contenuti già inseriti nel curriculum e, sfruttiamo questa occasione per evidenziare gli aspetti della nostra personalità.

Prima di tutto, esponiamo i nostri punti di forza, come per esempio la disponibilità a viaggiare, le competenze linguistiche o i tirocini. Poi presentiamo le nostre caratteristiche personali, come per esempio la puntualità, la precisione, la capacità di lavorare in team e di rapportarsi con gli altri. Infine, in riferimento al posto offerto, dobbiamo esprimere il motivo per cui si pensa di essere adatti al posto per cui ci si sta candidando, come ad esempio citare esperienze professionali inerenti.
E’ importante redigere una lettera di presentazione personalizzata, cioè, con conferimenti e caratteristiche specifiche all’azienda in cui ci proponiamo.

Il Colloquio

Quando arriva l’appuntamento del colloquio significa che il curriculum ha fatto centro. Il colloquio è la fase centrale, nonché determinante, della selezione; è il momento in cui si ha la possibilità valorizzare le proprie competenze e mostrarsi adatto a ricoprire il profilo per cui ci si è candidati. Bisogna mettersi in testa che il selezionatore non vuole farci un interrogatorio, ma vuole semplicemente raccogliere il maggior numero di informazioni possibili.

La sua intenzione non è quella di mettere a disagio il candidato, ma capirne le caratteristiche personali e le competenze, per valutare l’idoneità alla posizione ricercata. Il selezionatore formulerà una serie di domande, a cui bisogna rispondere in modo esauriente e preciso. Prima del colloquio è bene informarsi sulla società e sul tipo di attività che svolge, in modo da non essere colti impreparati alla domanda ‘conosce la nostra azienda?’. Prepara inoltre i documenti da portare, e individua la sede del colloquio, per non rischiare di arrivare in ritardo. Presentati in anticipo di 5-10 minuti, e ricordati che la prima impressione è tutto; quindi indossa abiti sobri e adatti al tipo di mansione che andrai a svolgere.

Gli argomenti solitamente trattati sono la propria presentazione, le esperienze professionali e il motivo per cui ci si ritiene qualificati per il posto vacante. Grande importanza riveste, inoltre, l’atteggiamento che si assume e la capacità di gestire le proprie emozioni. E’ fondamentale ascoltare le domande e rispondere in maniera precisa e sintetica, valorizzando le proprie conosce.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *